consigli seo

3 Consigli SEO da applicare subito sul tuo sito web

Ho deciso di scrivere questo post perchè spesso mi capita, durante le analisi della concorrenza o durante lavori di ottimizzazione, di visionare siti web per nulla ottimizzati lato seo, e vorrei dare almeno 3 consigli seo, per dare la possibilità a chi leggerà questo post di conoscere almeno le regole base per ottimizzare un sito web dal punto di vista seo.

Spesso vengono trascurate anche le regole più semplici e dopo alcuni mesi dalla messa online del sito ci si accorge di avere poco traffico.

Da questo momento in poi si parte alla ricerca di soluzioni più o meno costose e più o meno efficaci. Alle volte basterebbe effettuare, quella che io chiamo, un’ ottimizzazione seo base e seguire il buon senso. Cominciare con il piede giusto dovrebbe essere una prerogativa per partire creando una base di traffico solida, in modo che diventi traffico costante nel tempo.

Ormai il web è pieno di guide seo e questo articolo non vuole certo essere la “guida definitiva”, o “la vera guida all’ottimizzazione” ma una semplice raccolta di consigli derivanti dall’esperienza che ho acquisito nel tempo.

Colgo l’occasione anche per riflettere sul fatto che non bisogna avere l’ossessione all’ottimizzazione seo a tutti i costi. Come dico sempre alcune delle più semplici e comuni pratiche seo, sono semplicemente applicazione del buon senso che hanno lo scopo di rendere una pagina web più accogliente e un sito web facilmente navigabile.

Adesso vediamo nel dettaglio quali sono i 3 consigli seo che potrai applicare da subito e in pochi minuti sul tuo sito.

1. Ottimizza il contenuto della pagina

Suddividi il contenuto della pagina in paragrafi, utilizza i tag header h1, h2, h3,ecc. e se necessario aggiungi delle immagini. Mi raccomando ricorda di ottimizzare le immagini.

Sopratutto se il contenuto della pagina è di tipo informativo, e la parola chiave risponde ad un intento informativo il mio suggerimento e di utilizzare anche un indice con ancore ai vai paragrafi.
Esistono diversi plugin wordpress o joomla che permettono anche ai meno esperti di creare velocemente un indice.

Si tratta di un piccolo accorgimento che aiuterà gli utenti durante la navigazione.

Se il nostro articolo è molto corposo, risposte all’intento di ricerca dell’utente, è ricco di paragrafi ed ottimizzato correttamente, potrebbe posizionarsi per più parole chiave. In questo caso chi arriverà sulla pagina potrebbe essere interessato ad un paragrafo che si trova nella parte bassa della pagina. La presenza dell’indice farà in modo che l’utente arrivi direttamente al paragrafo di suo interesse con un solo clic.

2. Ottimizza i metadati delle tue pagine (titolo e descrizione)

Meta Tag Title

Il tag title è l’elemento più importante di una pagina web ai fini seo. Al suo interno deve essere presente la parola chiave principale. Il title sarà visualizzato in testa al browser e nei risultati di ricerca.
Il title contestualizza l’argomento della pagina agli occhi degli utenti e dei motori di ricerca, quindi dovrà avere attinenza con il contenuto della pagina.
Di norma e per molti anni la lunghezza massima del title è stata di circa 65/70 caratteri(spazi inclusi) e quasi sempre mi sono imbattuto in risultati di ricerca che rispettava questa regola, ma con l’introduzione del mobile alcune regole sono cambiate.
Sulla ricerca mobile di google mi sono imbattuto anche in title di 85 caratteri(spaz inclusi) o addirittura 111 caratteri. Quindi come sempre le regole esistono, ma esistono anche le eccezioni. Lo conferma anche un post su google plus di Andrea Pernici di maggio 2016 (https://plus.google.com/+AndreaPernici/posts/).
In ultimo non dimenticare di scrivere titoli accattivanti, che attirino l’attenzione degli utenti in modo da generare più click possibili.

Meta Tag Description

Il tag Description è destinato a contenere una breve descrizione dei contenuti della pagina. Il mio consiglio è di ripetere anche qui la parola chiave principale utilizzata nel title e presentare in maniera descrittiva il contenuto della pagina, chiudendo poi con una call to action.
Lunghezza massima della description: 160/180 caratteri circa. Anche in questo caso sulla ricerca mobile, ma anche sulla ricerca desktop possono verificarsi risultati differenti.
Inoltre se google non ritiene soddisfacente il testo contenuto della description, in particolare se non risponde alla query (il testo inserito dall’utente nel motore di ricerca), potrebbe mostrate parti del testo presente nella pagina.

URL o permalink

Ottimizza anche l’url della pagina in modo che contenga la parola chiave principale, preferendo url brevi. Anche qui evita la ripetizioni di parole chiavi (questa tecnica si chiama keyword stuffing ed è considerata SPAM da tutti i motori).

3. Collegamenti tra le pagine del sito

Non dimenticare di linkare i contenuti interni del tuo sito, ovviamente se forniscono informazioni aggiuntive all’utente o se proseguono/approfondiscono l’argomento trattato. Non pensare quindi solo a linkare siti esterni, ma presta attenzione alle pagine interne del tuo sito, facendo attenzione a scegliere il testo di ancoraggio da utilizzare per i collegamenti interni, una scelta corretta aiuterà gli utenti e Google a navigare meglio nel sito.

Come inserire collegamenti (link) interni tra le pagine del tuo sito

Se utilizzi worpress, quando sei all’interno di un articolo o pagina, seleziona con il mouse il testo (anchor text) che vuoi linkare.

come creare link interni con wordpressPoi clicca l’icona del collegamento, dalla barra degli strumenti wordpress, e ti si aprirà un pop-up dove potrai inserire direttamente l’indirizzo oppure potrai cercare tra le pagina/articoli del tuo sito. In questo caso ti basterà inserire il testo da cercare, confermare l’articolo e salvare.

In alternativa puoi utilizzare direttamente questo codice sotto che andrà copiato e incollato nella scheda testo della tua pagina/articolo wordpress oppure all’interno della tua pagina html. Si tratta del codice a href per creare un link, in questo caso ad una pagina interna.

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo sui social oppure lascia un commento!

Articolo creato 7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto